Il marketing che esclude

Ti è mai capitato di leggere che un hotel, o un particolare soggiorno, fosse “no kids”? Oppure di non sentirti il cliente “giusto”? Oggi voglio riflettere su quelle situazioni in cui le aziende scelgono di escludere una parte dei propri clienti. Prendiamo tre casi, differenti tra loro, sia per via del settore che per la …

Continue reading

La pigrizia è il motore dell’innovazione?

C’è un libro che tutti dovremmo leggere: è Sapiens di Yuval Harari. Il saggio ci guida nella storia dell’evoluzione umana, in modo semplice e affascinante. È uno di quei libri che ritornano in mente anche riflettendo su tutt’altro. Soprattutto, perché è comprendendo come siamo evoluti che riusciamo a dare un senso ad alcuni comportamenti odierni. …

Continue reading

Dal consumismo al “fruizionismo” (storia breve del consumo)

Secondo Wikipedia il “consumismo” è: “l’acquisto indiscriminato di beni di consumo da parte della massa, suscitato ed esasperato dall’azione delle moderne tecniche pubblicitarie, per lo più inclini a far apparire come reali bisogni fittizi, allo scopo di allargare continuamente la produzione. In sociologia il termine descrive gli effetti dell’identificazione, vera o presunta, della felicità personale …

Continue reading

Impariamo dal fruttivendolo: fare buon marketing è davvero complesso?

Nell’ultima settimana segno due eventi rilevanti, apparentemente distanti tra loro. Il Web Marketing Festival, con i suoi case-study, le strategie, le opinioni di persone che lavorano nel settore. Tanti contenuti di marketing, soprattutto su come fare “acquisition” del cliente, e poi “nurturing” del cliente, per arrivare alla “conversion” e alla bramata “fidelity”. L’altro, è che ho fatto …

Continue reading

Il marketing del senza

Negli ultimi anni abbiamo assistito a grandi cambiamenti sociali e negli stili di vita, che hanno avuto un forte impatto sulle nostre abitudini alimentari. Oggi il numero di prodotti realizzati con ingredienti alternativi, o senza determinati ingredienti, è moltiplicato. Il fenomeno è globale. Secondo un’indagine, un quarto dei britannici acquista prodotti “free from” nonostante i nutrizionisti …

Continue reading

Tradizione e Innovazione

Disclaimer: questo post nasce con l’intenzione di indicizzarsi su Google ed essere letto da chi, addetto al marketing o a fare marketing per la propria azienda, digiti le parole magiche: Tradizione e Innovazione. Scherzi a parte, l’articolo avrebbe serie difficoltà ad indicizzarsi, proprio per il motivo di cui scrivo. Sono così numerose le aziende che utilizzano …

Continue reading

Rilevanza, abitudini e predisposizione all’acquisto

In un recente post avevo parlato di come può aumentare il valore associabile a un prodotto, assumendo l’ottica del “risultato atteso” e dell’impatto che un prodotto può avere sulla vita delle persone. Le aziende che sono brave a riconcettualizzare il business possono differenziarsi pesantemente e creare un vantaggio competitivo, che nel lungo termine garantisce reputation e marginalità. …

Continue reading

L’handmade in Italia non si vende?

La settimana scorsa ho fatto un giro a Weekendoit, una fiera dedicata all’handmade e ai “nuovi artigiani”, dove oltre a mercatini e spazi espositivi c’erano interessanti workshop dedicati all’e-commerce e alla vendita online. Di nuovo artigianato e business avevo già parlato qui, intervistando Alice, tipa in gamba che ha fatto diventare la sua passione per gli accessori fatti …

Continue reading

Cosa vendiamo davvero quando vendiamo un prodotto?

Da sempre, manager e uomini di marketing cercano di aumentare il valore dei propri prodotti, connotandoli con nuove caratteristiche o immergendoli in “mondi valoriali” allo scopo di renderli più significativi, e sfuggire all’incubo della commoditization. Si parla addirittura di existential marketing ([1], [2]), cioè di brand e prodotti che impattano nel profondo della vita delle …

Continue reading