Sprechi alimentari (qualche considerazione)

Un tema di cui si parla molto nei consumi (ma forse non abbastanza) è quello degli sprechi alimentari. Secondo uno studio del Politecnico di Milano [1] ogni anno vengono sprecati dall’intera filiera alimentare italiana 6 milioni di tonnellate di alimenti, nelle diverse fasi produttive e di consumo. Cerchiamo di guardare più in profondità questi dati. Spreco …

Continue reading

Meno è meglio: il pensiero della Decrescita

Che l‘economia sia una religione non è un concetto del tutto sbagliato. Il credo del PIL, della crescita a tutti i costi e dell’accumulazione di denaro è impregnato nella nostra società. Le ricette del governo Monti per uscire dalla crisi (giuste o sbagliate che siano) stanno andando nella direzione che l’economia tradizionale obbliga a prendere, …

Continue reading

E’ possibile una società senza moneta?

E’ possibile vivere in una società senza moneta, senza forme di debito e credito, addirittura senza baratto? Secondo alcuni sì. Jacque Fresco è l’ingegnere sociale, visionario e futurista fondatore del Venus Project, che da molti anni sostiene la possibilità di sostituire l’attuale sistema economico e sociale con un’economia basata sulle risorse. Secondo Fresco, l’insostenibilità del sistema …

Continue reading

Chi è disposto a metterci la faccia?

Dal film “Minority Report” all’attualità il passo non è stato poi così lungo: una delle tecnologie che iniziano ad essere implementate su larga scala è il riconoscimento facciale. Il Facial Recognition è una“tecnica di intelligenza artificiale, utilizzata per verificare l’identità di una persona a partire da un’immagine che la ritrae” (def. Wikipedia). Molti di voi avranno …

Continue reading

Ecco perchè più leggiamo e meno siamo creativi

Uno dei crucci che ho sempre avuto da quando, per vari motivi, sono connesso a Internet buona parte del giorno, è quello relativo alla sovrastimolazione agli stimoli informativi. Ho notato che durante il giorno mi trovo ad assimilare molte più notizie di quanto non facessi prima, leggo molti più articoli, spazio in campi e settori …

Continue reading