Facebook, la reach e gli inserzionisti

Da qualche settimana, sembra che una larga parte dei social media *something si sia accorta che EdgeRank, l’algoritmo che determina la visibilità dei contenuti su Facebook, ha reso completamente invisibili i contenuti delle pagine. La reach dei post organici (ossia non sponsorizzati) è in effetti ridotta a una percentuale molto vicina allo zero, indipendente dal …

Continue reading

Il marketing del senza

Negli ultimi anni abbiamo assistito a grandi cambiamenti sociali e negli stili di vita, che hanno avuto un forte impatto sulle nostre abitudini alimentari. Oggi il numero di prodotti realizzati con ingredienti alternativi, o senza determinati ingredienti, è moltiplicato. Il fenomeno è globale. Secondo un’indagine, un quarto dei britannici acquista prodotti “free from” nonostante i nutrizionisti …

Continue reading

Branded video content: cosa cambia nello scenario mobile

fI comportamenti digitali sono in continua evoluzione e lo shift al mobile sta portando a nuovi paradigmi nei comportamenti di consumo. I micro-moments sono uno di questi: è cambiato il modo in cui cerchiamo informazioni, acquistiamo e consumiamo beni, servizi ed esperienze. Quanto però il mobile-universe sia effettivamente dirompente fa fatica a capirlo anche Google. O meglio, è una materia su …

Continue reading

E’ così difficile soddisfare un cliente?

Ultimamente sto riflettendo molto sulla customer (un)satisfaction,  elemento fondamentale per qualsiasi tipo di attività commerciale e azienda, dalla grande catena al piccolo negozio o locale di provincia. Quante volte ci capita di non essere soddisfatti di un servizio…cosa facciamo non appena usciamo dal negozio, o chiudiamo la transazione? Beh, condividiamo il nostro pensiero: parlando con …

Continue reading

Le trappole mentali del nostro cervello

Che l’uomo non sia un essere perfettamente razionale lo sapevamo, come anche che i modelli economici basati sull’homo economicus sono ampliamente superati. C’è un libro, Economia Emotiva [1] che vi consiglio davvero di leggere: l’autore spiega benissimo come dietro ad ogni nostra scelta (d’acquisto, nel lavoro, nella vita personale…) ci sono elementi di forte irrazionalità, che …

Continue reading