Press enter to see results or esc to cancel.

Tablet aziendali per aumentare la produttività

Il tablet sta vivendo un boom incredibile: i dati Apple riportano un + 151% rispetto all’anno precedente, con stime di vendita complessive del settore per 120 milioni di pezzi nel 2012, con l’iPad sempre testa per quote di mercato (oltre 60%), ma data la crescita sel settore, con ampi spazi anche per gli altri concorrenti (Samsung, Lenovo, ecc.)

Lo sbocco di mercato dei tablet non è solo quello consumer, cioè dell’utente finale che lo sostituisce al proprio pc, o semplicemente lo acquista perchè è un “must-have”. C’è una grande potenzialità in molti settori di servizi, come strumento d’ausilio alle attività di business.

Secondo una ricerca Vertic, nel 2011 sono stati acquistati ben 13,6 milioni di tablet dalle imprese. Il 38% di senior Excecutive e Managers sono stati dotati di tablet, mentre il 21% della forza vendita ne ha fatto richiesta per ottimizzare il proprio lavoro.

Un recente articolo su RCR Wireless individua i mercati business dove si prevede un’aumento degli acquisti di tablet:

Strutture sanitarie. Ospedali, centri specialistici, studi professionali possono utilizzare il tablet come cartella clinica elettronica, consentendo di visionare lo storico del paziente e essere d’ausilio nella somministrazione delle cure. Sullo schermo si possono far visualizzare radiologie del paziente e altre informazioni, potendo sfruttare anche la connessione internet.

Retail. L’ausilio del tablet al personale in-store per la gestione del negozio (anche per monitorare il comportamento dei clienti “real-time”, ne avevo parlato qui) oltre che per approfondimenti e confronti dei prodotti nella fase di vendita, unito all’utilizzo di tag RFID e QR codes.

Scuole e università. Apple ha subito compreso che settore dell’educazione (a tutti i livelli) è cruciale per la vendita di iPad, proponendo subito applicazioni e funzionalità dedicate, che integrano o sostituiscono i libri tradizionali. In India il Ministero dell’Educazione ha acquistato 100.000 tablet per gli studenti, che possono averli a soli 35$, per usufruire di corsi on-line e acquistare libri di testo in formato e-book.

Forza vendita. Agenti e rappresentanti di grandi aziende sono un’altro target ideale per il mercato tablet, utilizzabile al posto del palmare per prendere ordini, strutturare preventivi, quotazioni e per tutte le situazioni di vendita diretta.

On field jobs. Il tablet è strumento utile per tutti quelli che lavorano “sul campo”: ingegneri, architetti, imprese edili possono dotarne il personale per scattare fotografie, visualizzare mappe, progetti e planimetrie. Zoomare e analizzare i dettagli è sicuramente molto più facile su un tablet che sui vecchi fogli di carta.

Quindi, i consumatori finali non sono l’unico bacino di acquirenti per il mercato dei tablet. Per arrivare ai volumi di vendita previsti si punterà sempre più sui settori business: aziende di grandi dimensioni e pubbliche amministrazioni che lo utilizzano come strumento di lavoro.

E voi, avete individuato altri settori di sbocco per i tablet? 😉

_

Comments

1 Comment

I diversi campi d’utilizzo business dei tablet « Tablet for Business

[…] blog Snack of Marketing, in questo articolo prende in considerazione alcuni dati di diffusione dei table e cita la rivista RCR Wireless per i […]


Leave a Comment

tre + quindici =

Simone Moriconi

Consulente di Marketing Strategico e Operativo per aziende, PMI e startup.